Torna alla
zona sud

E-mail

Ore 18.06.23
Giorno
01/06/07
 
Busto Arsizio - A causare l'inconveniente è stato il cloro nelle tubature delle docce 

Troppo cloro in piscina,
venti alunni a casa col prurito


(24 novembre 2003) Troppo cloro nelle docce e venti alunni delle scuole medie Galileo Galilei di Busto Arsizio sono tornati a casa con il prurito sulla pelle e bruciore agli occhi. È successo questa mattina dopo la lezione di educazione fisica, svolta nella piscina gestita dalla Bustese Nuoto di via Settembrini. A causare i fastidiosi effetti è stato il cloro con cui ieri sono state disinfettate le docce. 
I ragazzi, come ogni settimana, hanno svolto la loro lezione di nuoto. Una volta usciti dalla vasca hanno fatto le docce e arrivati a scuola hanno cominciato ad accusare i primi pruriti. Così la direzione scolastica ha avvertito a scopo precauzionale i dottori del 118 che hanno visitato gli studenti le cui condizioni non sono state giudicate gravi. Per nessuno infatti è stato necessario il ricovero in ospedale. 
A causare il fastidioso inconveniente è stato un malfunzionamento dell'impianto di spurgo delle docce. Durante la notte scorsa è infatti saltata la corrente nell'impianto natatorio come in altre zone della città. L'assenza di corrente, come ha spiegato il direttore tecnico Gianni Leoni, ha bloccato l'impianto di pompaggio e appunto quello di spurgo messo in funzione per eliminare tutto il cloro utilizzato. «È una operazione che svolgiamo periodicamente, ogni due mesi, solo che questa notte l'impianto è saltato per la corrente ed evidentemente dai tubi dell'acqua non è stato eliminato tutto il cloro».
Un disagio che nell'impianto dio via settembrini non si era mai registrato e che oggi è stato risolto dai tecnici. Le attività natatorie alla piscina sono proseguite per tutto il giorno, anche se le docce non state usate. I responsabili hanno infatti avvertito gli atleti del disagio avvenuto. Domani tutto ritornerà alla normalità.


Torna all'inizio dell'articolo

Copyright © 2000 - 2003 varesenews.it. Tutti i diritti riservati