Varese – La nuova auto della Lancia presentata a Villa Ponti

La Musa: un lusso possibile


- Il modello in breve: "ospiti, non passeggeri"

- L'alternativa italiana "Buongusto": stile, materiali e colori "Calore": luminosità, climatizzazione ed ergonomia "Generosità": meccanica, allestimenti e servizi

- Il contributo delle Società del Gruppo

- Dotazioni, optional e colori

- Schede tecniche

Il modello in breve: "ospiti, non passeggeri"

Lancia Musa porta nel mondo dell'auto i segreti dell'accoglienza italiana: è un'auto che riceve i suoi ospiti con buongusto, calore e generosità. La sua forma e i suoi contenuti vogliono ricreare un'atmosfera tipica dell'Italia, quel misto di eleganza e informalità, di attenzione e disinvoltura, di lusso e naturalezza capace di mettere tutti a proprio agio. Presentata in anteprima mondiale al recente Salone di Ginevra, Lancia Musa è una vettura nata senza l'obbligo di appartenere a una categoria precisa. Si presenta come una compatta, ma con quei centimetri in più che creano una sensazione di agio e ariosità. Offre contenuti e comfort da auto superiore, senza l'ingombro fisico (e mentale) di un'ammiraglia. È modulare nel concetto, ma si rivolge a chi ama più il piacere concreto della convivialità che il rigore astratto degli spazi componibili. Il tempo di sviluppo brevissimo consente a Lancia Musa di interpretare le tendenze di domani e non solo quelle di oggi. Così la vettura coglie i movimenti sommersi del gusto contemporaneo. Finisce il momento del lusso fatto di apparenza e Lancia Musa si presenta come un'auto ricca, ma senza inutile ostentazione. Il consumismo fine a se stesso viene sostituito da scelte di prodotto meditate e Lancia Musa si propone come un bene sofisticato, ma con un preciso appeal razionale. Negli acquisti più impegnativi si cerca nuovamente la sostanza di prodotto e Lancia Musa offre tutto il valore che il cliente desidera a un costo equilibrato. Tutto questo - lusso intelligente, contenuti, equilibrio - mette Lancia Musa vicino alla gente che vive e fa vivere il nostro tempo: gli artefici e gli interpreti del mondo di oggi. Lancia Musa si nota subito per il design moderno e ricercato, in linea con l'inconfondibile stile Lancia degli ultimi anni. Ma è quando accoglie i suoi ospiti che dà il meglio di sé: l'interno è eccezionale per raffinatezza e comodità, ricchezza dei colori e qualità dei materiali. Su strada offre una rassicurante sensazione di controllo e sicurezza con quel tanto di brio in più che la rende piacevole su ogni percorso, persino in città. Lancia Musa è buongusto nelle forme raffinate e armoniose, nei colori caldi combinati con eleganza, nei dettagli preziosi (come la calandra e i cerchi bicolore), nei materiali pregiati (come la pelle abbinata alla microfibra). La sua dimensione è giusta sia per l'uso urbano sia per i lunghi viaggi: lunga poco meno di quattro metri, larga 1,70 e alta 1,66 metri, la vettura si pone come nuovo punto di riferimento in questa particolare fascia di vetture compatte. Lancia Musa è calore nelle sensazioni che offre ai suoi ospiti: la luminosità del tetto trasparente "GranLuce" e l'ariosità dell'ambiente, la piacevolezza delle superfici e il comfort avvolgente dei sedili ergonomici. Il climatizzatore bi-zona e il Sound System Bose® (tipici elementi Lancia) rendono particolarmente piacevole uno spazio facile da dominare grazie alla posizione di guida rialzata, all'ergonomia dei comandi e alla modularità dei sedili, che possono assumere fino a 32 posizioni differenti (compresa una singolare posizione a "chaise longue"). Lancia Musa è generosità nella sua offerta tecnologica: motori di ottime prestazioni, adatti a una guida rilassata e disinvolta. Due diesel Multijet: il 1.9 da 100 CV, pieno ed elastico, ideale in qualsiasi situazione, e il 1.3 da 70 CV, perfetto per la guida in città in abbinamento con il cambio Dolce Far Niente. Per chi fa meno chilometri, un brillante motore benzina 1.4 Fire da 95 CV. Troviamo la stessa generosità nell'ampia e articolata dotazione di serie (l'allestimento Platino comprende tetto "GranLuce", interni in pelle, radio-CD e cerchi in lega) e nei servizi di "Garanzia Parure Lancia", l'esclusivo pacchetto che permette di estendere la garanzia contrattuale al quinto anno dalla data d'immatricolazione o a un massimo di 120.000 Km. Viaggiare su Lancia Musa è un'esperienza calda, rassicurante e piacevole, che rinnova il piacere di vivere all'insegna del buongusto e del benessere. Il nome Musa è coerente con questo concetto: un nome classico che evoca l'arte e la creatività. Anche la sua rappresentazione grafica ha un legame forte con la vettura: il disegno della lettera "M" ricorda una "chaise longue", simbolo di comfort e relax. Applicando una tecnica di comunicazione integrata che ha avuto successo con Ypsilon, Lancia farà conoscere la Musa con abbinamenti a grandi nomi in tutti i territori dell'accoglienza italiana. Ad esempio, è stata prevista la realizzazione di un cofanetto di guide ("Bella Dentro") dedicate alle città d'arte: luoghi pubblici e segreti, opere d'arte e osterie, monumenti e sapori.

L'alternativa italiana

Nel panorama europeo delle compatte moderne, Lancia Musa rappresenta l'alternativa italiana, basata su buongusto, calore e generosità. La vettura ripropone con stile ed eleganza i valori tipici della marca: design raffinato, finiture di alta classe, ricchezza di contenuti. Nella gamma Lancia, Musa si colloca idealmente tra la Ypsilon e la Phedra. Oltre alla comune impostazione stilistica, le tre vetture condividono la ricerca di una architettura non convenzionale e un modo moderno di interpretare il carattere Lancia. Ritroviamo gli stessi tratti estetici caratterizzanti (il grande scudo cromato, il cofano triangolare, le caratteristiche luci posteriori) anche nell'ammiraglia Thesis e nelle medie Lybra berlina e station wagon, insieme con l'inconfondibile selezione Lancia di materiali e colori.

Buongusto

Il buongusto di Lancia Musa è molto più di un semplice concetto estetico: è la proposta di un modo di vivere l'automobile che coniuga l'armonia delle forme con la cura per ogni minimo dettaglio. L'eleganza nasce anche dalla scelta accurata dei materiali e dei colori d'arredo. La chiave dello charme di Musa è una calda semplicità: generosa e attenta ai suoi ospiti, la nuova Lancia accoglie tutti come una perfetta padrona di casa.

Forme eleganti e armoniose, dettagli preziosi

Dal punto di vista del design, Lancia Musa continua il lavoro di interpretazione e rinnovamento della tradizione del Marchio sviluppato dal Centro Stile Lancia a partire dalla concept car Dialogos. Sono presenti tutti gli elementi che caratterizzano le ultime vetture della Marca: family feeling forte e coerente, eleganti richiami agli stilemi classici Lancia, ma anche una lettura estremamente moderna dell'evoluzione stilistica dell'auto nei segmenti premium. Lancia Musa si presenta con un'estetica unica e armonica, dove tutti i tratti convergono verso l'anteriore creando un effetto di grande dinamismo. Il frontale è forte e ricco, con la preziosa calandra incastonata tra i fari affusolati. I fregi cromati convergono sul logo centrale, posto (come sempre) al centro e in alto; il paraurti anteriore è un segno orizzontale perfettamente integrato con il resto del veicolo. Ritroviamo coerenza e armonia nella parte posteriore. Il generoso portellone è racchiuso tra i fanali a sviluppo verticale. I giochi di luce dei particolari cromati creano un fil rouge con il linguaggio accattivante dell'anteriore. La superficie della fiancata è estremamente elegante e pulita. Due profili corrono paralleli alla linea di cintura, creando una sfaccettatura che accentua il dinamismo della vettura. Il profilo inferiore è sottolineato e arricchito dalla modanatura a specchio. Le linee arrotondate e la forma priva di spigoli enfatizzano il carattere accogliente e protettivo dell'abitacolo, un "guscio" che promette grande sicurezza e massimo comfort in dimensioni contenute: è lunga poco meno di quattro metri, larga 1,70, alta 1,66 e con un passo di 2,51 metri. L'equilibrio tra la carrozzeria e l'ampia vetratura è la chiave di lettura di un ambiente luminoso e rilassante. Attraverso parabrezza, vetri laterali e lunotto, chi è a bordo di Lancia Musa si gode una perfetta continuità di visione in ogni circostanza.

Colori caldi e raffinati

L'abbinamento dei colori è fondamentale per lo stile di un grande abito. Allo stesso modo, le scelte cromatiche sono parte integrante del design di Lancia Musa, e contribuiscono in modo decisivo alla definizione della sua personalità. Per un'auto così calda e "socievole", che fa propri i valori dell'accoglienza e della convivenza, non si potevano scegliere colori spenti o aggressivi. Così dalla tavolozza di Musa sono stati banditi il nero e il grigio. Nel pieno rispetto della migliore tradizione Lancia, la ricerca stilistica ha identificato giochi di contrasto basati su colori caldi (come il Testa di moro, che richiama legni pregiati come il Wengé) e toni delicati (come l'Avorio o il Magnesio, che rimandano all'eleganza di un divano o di una poltrona). In Lancia Musa il rapporto interno/esterno è reso particolarmente intenso dalla presenza (di serie sull'allestimento Platino) dell'esclusivo tetto vetrato "GranLuce". Una soluzione che ha portato a trattare carrozzeria e sellerie come parti di un ambiente unico o, se si preferisce, come un salotto e il suo terrazzo. Tutte le combinazioni cromatiche sono state oggetto di uno studio molto approfondito, che ha portato a soluzioni raffinate e originali. Con quest'auto vengono presentati due colori esterni interamente nuovi per la gamma Lancia, studiati dal Centro Stile Lancia per esprimere appieno i valori del "progetto Musa": si tratta delle tinte "Perla Vasari" e del "Cioccolato Peyrano". Nome, quest'ultimo, con cui si rende omaggio a un artista dell'ospitalità e della gastronomia italiana.

Materiali pregiati

Negli interni lo studio dei colori si è associato a quello dei materiali: ecco quindi l'impiego di tessuti tecnici, di pelle pregiata e di morbide microfibre. Le linee e le forme interne sono poi impreziosite da particolari metallici che danno risalto alle nuove nuance di colore degli esterni. La plancia è caratterizzata da un materiale morbido e piacevole al tatto. Da una parte quindi Lancia ribadisce la sua tradizione di cura artigianale degli interni, dall'altra con questi nuovi originali accostamenti di materiale e colore sottolinea ancora come l'eleganza degli accostamenti cromatici sia ormai un contenuto distintivo dei suoi prodotti.

Calore

Quando si pensa all'accoglienza italiana vengono in mente il calore, la naturalezza, la simpatia della gente e dei luoghi. Lancia ha voluto ricreare questo approccio mediterraneo con il mondo, facendo di Musa una "camera con vista". Tutto sul nuovo modello è stato studiato per infondere in guidatore e passeggeri la sensazione di essere ospiti in un ambiente che offre la comodità, la sicurezza e la protezione di una vera casa su ruote.

Il tetto "GranLuce": camera con vista

Lancia Musa è un'auto solare: oltre a impiegare superfici vetrate di grande dimensione, adotta il tetto apribile panoramico "GranLuce", composto da due pannelli vetrati (di cui uno apribile) e da due tende parasole che scorrono indipendenti verso la parte posteriore della vettura. Quando entrambe le tende sono aperte, la superficie trasparente raggiunge il 70% del tetto. Il dispositivo, di ultima generazione, è estremamente rapido da azionare: il comando di apertura del pannello vetrato anteriore agisce in soli sette secondi. Non solo: permette di avere un rapporto mutevole con l'ambiente. L'alternativa non è solo tra abitacolo chiuso o tetto aperto: c'è anche la possibilità di mantenere i passeggeri perfettamente riparati ma inondando l'auto di luce attraverso una vera e propria "finestra sul cielo". Ma si può anche decidere un'apertura intermedia del pannello anteriore, che scorre su guide in alluminio. È sufficiente rilasciare il tasto per fermare il movimento nella posizione desiderata. Il tetto "GranLuce" dispone di un sistema di sicurezza che inverte il moto del vetro se incontra un ostacolo.

Dominio dello spazio

Lancia Musa è un'auto dove vivere momenti rilassanti e viaggiare in modo confortevole. Il suo ambiente è fatto per ospitarci nel modo migliore: lo scopriamo salendo, accomodandoci, regolando i sedili, aprendo o chiudendo il tetto "GranLuce". Musa risponde alle esigenze di spazio di una popolazione cresciuta in altezza e in esigenze: il coefficiente di abitabilità è 99,5%. Nei posti anteriori l'assetto ideale è alla portata di persone con fisico molto diverso: da 1,50 a circa 2 metri. Da notare che, seduto dietro a un guidatore molto alto, un passeggero altrettanto alto gode ancora di comfort buono. La larghezza alle spalle è ottimale sia davanti (1402 mm), sia dietro (1365 mm). Grazie ai sedili posteriori scorrevoli, la dimensione del bagagliaio può arrivare a 390 litri. Il volume interno complessivo è ai vertici del segmento, sia come valore assoluto, sia in relazione all'ingombro a terra. Ma, accanto ai dati dimensionali, esiste una "qualità dell'accoglienza" che per Lancia è ancora più importante. L'ambiente arioso crea una dimensione nuova del "vivere l'automobile", intesa come piacere di stare a bordo nel suo significato più ampio. La polivalenza della vettura ci consente di trovare tanto spazio, ma soprattutto di trovarlo là dove serve, scegliendo di volta in volta come organizzare lo spazio e quale adottare fra le 32 configurazioni disponibili.

Dominio della strada

Lancia Musa è stata disegnata e costruita tenendo presenti i desideri e le nuove esigenze di mobilità degli automobilisti. L'impostazione di guida è estremamente moderna: il piano di seduta alto consente di dominare la strada, sensazione accentuata dall'ampia vetratura. Il cambio è posto al centro della plancia, il volante è regolabile in altezza e in profondità, il sedile guida è dotato di dispositivo alzasedile. La strumentazione al centro della plancia facilita la lettura, grazie alla distanza ottimale delle scritte e alla grafica estremamente lineare. Tutti gli strumenti (analogici) sono retroilluminati con luce di colore arancio, per una più veloce messa a fuoco nel passaggio dal buio al cruscotto. Alla posizione di guida ergonomica corrispondono eccellenti qualità di risposta dinamica. Le sospensioni di Lancia Musa sono studiate per garantire insieme controllo e comfort: quella anteriore è a ruote indipendenti del tipo McPherson, mentre quella posteriore è a ruote interconnesse con asse torcente. La combinazione dei due schemi adottati offre risultati di handling paragonabili a vetture di classe superiore. La sensazione di protezione a bordo non è solo l'effetto psicologico della cura, dell'eleganza, della familiarità "domestica" dell'arredo: corrisponde anche a un dato oggettivo, la rispondenza della vettura a precisi criteri di sicurezza.

Dominio del clima

Il clima all'interno dell'abitacolo è uno dei principali fattori di comfort durante il viaggio, ed è importante anche per la sicurezza preventiva: temperatura, umidità e ventilazione influiscono sul benessere e sul livello d'attenzione del guidatore. Ecco perché Lancia Musa adotta un climatizzatore sofisticato che controlla automaticamente, attraverso una centralina elettronica, la temperatura, la portata dell'aria, la sua distribuzione diversa tra guidatore e passeggero, l'inserimento del compressore e il ricircolo. Si tratta di un climatizzatore "bi-zona" capace di offrire diverse temperature nella parte destra e in quella sinistra dell'abitacolo. Lancia Musa attua una strategia di controllo del clima "a temperatura equivalente". Attraverso vari sensori, il sistema valuta la sensazione di benessere termico provata dal passeggero in relazione alla temperatura programmata. Il risultato è un clima costante, anche in presenza di sensibili variazioni delle condizioni esterne. Il cliente ha la possibilità di modificare la temperatura gradualmente, procedendo di mezzo grado per volta, fino a raggiungere quello che per lui è il livello di massimo comfort climatico. La manopola consente una variazione di 16°C, con uno scarto di temperatura massimo tra la zona sinistra e destra di 7°C. Il sistema è interamente automatico, ma rispetto all'automatismo sono sempre prioritarie le scelte manuali, inclusa la possibilità di disattivare completamente l'impianto. Il condizionatore "bi-zona" è integrato da un dispositivo per verificare la qualità dell'aria: l'Air Quality System (AQS). Quando si attraversano luoghi ad elevato tasso di smog, il sensore dispone l'inserimento automatico del ricircolo, e blocca l'immissione di aria esterna nella vettura.

Le emozioni del Sound System Bose®

Non esiste un'accoglienza completa senza il piacere della musica. E, a bordo di Lancia Musa, l'impianto Sound System Bose® fa rivivere le emozioni di una sala da concerto con il suono che avvolge in modo completo tutti gli occupanti. L'impianto è realizzato dall'omonima azienda americana, leader nel settore dell'acustica Hi-Fi, e offre una riproduzione realistica con alti cristallini e bassi pieni e ricchi. L'incredibile sensazione di profondità provata dai passeggeri è il risultato di una progettazione acustica sofisticata, che ha visto nascere contemporaneamente l'abitacolo della vettura e il sistema audio. L'impianto Hi-Fi Sound System Bose® prevede un amplificatore di potenza audio a 6 canali indipendenti. Un equalizzatore garantisce un ottimo bilanciamento elettronico automatico dell'uscita di tutte le frequenze, oltre che grande equilibrio e chiarezza di tono in tutta la gamma audio. I diffusori incorporati in vettura sono 7: nelle porte anteriori due altoparlanti a banda larga da 165 mm con tweeter da 50 mm, sui fianchi posteriori due mid-woofer da 150 mm e nel retro un sub-woofer Bass-reflex a doppia bobina da 130 mm di diametro, più due tweeter nei montanti anteriori. Insieme al Sound System Bose®, Lancia Musa propone due sistemi audio, integrati nel design del cruscotto. Entrambi possono adottare, in alternativa al sistema Bose®, sei altoparlanti, con una potenza di 4x30 Watt e dispongono del sistema RDS (Radio Data System) e della funzione TA (notiziari del traffico). Si differenziano per il lettore: nel primo caso solo per CD, nel secondo anche per file MP3. Tutti gli impianti audio sono dotati di regolazione automatica del volume in base alla velocità della vettura, e possono essere collegati al kit viva voce del telefono GSM. Sono inoltre protetti dai furti grazie a un protocollo di comunicazione con l'unità elettronica che gestisce l'impianto elettrico (body computer). All'accensione, il body computer legge il codice della radio, e la attiva solo se la sequenza numerica è corretta. Il furto è inutile, perché l'apparecchio è inutilizzabile su un'altra vettura. Il cliente può infine installare sulla Lancia Musa un CD-changer fino a dieci dischi, che può essere azionato con comandi al volante.

Generosità

Una padrona di casa perfetta tratta i suoi ospiti con generosità. È un ingrediente immancabile dell'accoglienza: non può far mancare nulla. Lancia Musa offre sempre quel "qualcosa in più" che non ti aspetteresti. Partendo dai motori, dimensionati in modo da permettere a ogni stile di guida di esprimersi, per continuare con i grandi contenuti di prodotto che fanno di Musa l'auto più completa ed equilibrata della sua categoria. Infine, della sua inconfondibile personalità italiana fa parte il cambio automatico "Dolce Far Niente", già presentato su Ypsilon, ma anche il pack "Dolce Far Poco", una novità assoluta Lancia per Musa.

Motori generosi, cambi confortevoli

Tre motori e due tipi di cambio, studiati per dare al cliente esattamente quello che gli serve su Lancia Musa. Propulsori robusti ed elastici, con ottime prestazioni ed emissioni ridotte (tutti sono in linea con i limiti di emissione CEE Fase 4), ma anche con limitate esigenze di manutenzione e bassi costi di esercizio. A partire dal 1.4 16v "Fire" benzina, discendente di una famiglia di cui sono stati prodotti oltre 12 milioni di esemplari in tutto il mondo. Ma soprattutto propulsori che adottano tecnologie innovative di altissimo livello come i due turbodiesel Common Rail a iniezione multipla, che con la sigla "Multijet" si sono affermati sul mercato come la principale novità motoristica degli ultimi anni. A questi gioielli dell'ingegneria motoristica Musa abbina due cambi meccanici a cinque marce e il cambio Dolce Far Niente (D.F.N.), un dispositivo robotizzato che può funzionare sia in modo sequenziale sia automatico.

1.3 Multijet 16v da 70 CV La nuova Lancia Musa adotta il 1.3 Multijet 16v, il più piccolo e avanzato tra i diesel Common Rail a iniezione multipla che può essere abbinato al cambio manuale robotizzato Dolce Far Niente (D.F.N.). Il 1.3 Multijet 16v è un propulsore a 4 cilindri in linea di 1251 cm3, con un alesaggio di appena 69,6 mm e una corsa "lunga" di 82 mm. Le valvole sono quattro per cilindro e sono azionate direttamente da un doppio albero a camme in testa. La potenza massima è di 51 kW a 4000 giri/min (70 CV) e la coppia erogata di 180 Nm a soli 1750 giri/min. Il 1.3 Multijet 16v è un vero e proprio capolavoro di tecnologia in miniatura: "vestito" di tutti i suoi accessori, pesa solo 130 kg; ha dimensioni contenute, è lungo meno di 50 centimetri e alto 65; ha un "layout" dei componenti studiato per il minimo ingombro; garantisce i medesimi vantaggi dei motori più grandi perché i componenti non sono stati ridotti, ma miniaturizzati. Progettato seguendo i criteri della massima razionalità, efficienza e affidabilità, il propulsore è il più piccolo diesel quattro cilindri Common Rail presente sul mercato: l'unico capace di racchiudere in meno di 70 millimetri ben sei componenti di dimensioni normali: quattro valvole, un iniettore e una candeletta. A questo importante primato di miniaturizzazione, il nuovo motore aggiunge un altro record: essere il più potente. Infatti, nonostante la cilindrata davvero ridotta di 1248 cm3, il piccolo Multijet esce vincitore dal confronto con tutti gli "small diesel" dotati di turbina a geometria fissa oggi presenti sul mercato. Anche i più blasonati. Basti dire che, rispetto ai motori a gasolio compresi tra gli 800 ai 1500 cm3, è quello con le migliori prestazioni specifiche: 41 kW/l di potenza e 144 Nm/l di coppia. Compatto e tecnologicamente sofisticato, dunque, il nuovo propulsore è capace di ottimi rendimenti ed è praticamente "for life". Il 1.3 Multijet 16v, infatti, è progettato per una vita di 250.000 km, invece degli abituali 150.000. Una lunga esistenza, durante la quale non richiede alcuna manutenzione dei componenti meccanici (nemmeno, a 80.000 km, la canonica sostituzione della cinghia). Non solo: gli intervalli per il cambio dell'olio si allungano da 20 a 30.000 km (il 1.3 Multijet 16v usa un olio a bassa viscosità - quindi "fuel economy" - e rispettoso dell'ambiente). Non solo. Il 1.3 Multijet 16v è anche un motore a vocazione ecologica, perché già oggi soddisfa i limiti di emissione Euro 4, ed è uno dei pochissimi motori al mondo che possono ottenere questo risultato senza adottare un sofisticato dispositivo di post-trattamento allo scarico come la trappola del particolato. Insomma, un motore intrinsecamente pulito: il livello di emissioni del particolato (responsabile delle polveri e delle polveri fini) è addirittura inferiore a quello stabilito dalla futura normativa Euro 4. Le performance della Lancia Musa equipaggiata con il 1.3 Multijet sono eccellenti: ha una velocità massima di 159 km/h, impiega 15,4 secondi per passare da 0 a 100 km/h e 36,6 secondi per coprire il chilometro da fermo. Anche i consumi sono tra i migliori del segmento: 6,2 l/100 km nel ciclo urbano, 4,5 l/100 km in quello extraurbano e 5,1 l/100 km nel misto. Il 1.3 Multijet 16v, quindi, rappresenta un vero e proprio balzo tecnologico che, per il cliente, si traduce in una riduzione dei consumi e delle emissioni. E questo senza contare: o la maggiore silenziosità (dovuta alla combustione multipla); o il miglior comfort (minori masse alterne significano meno vibrazioni); o la dolcezza e la gradevolezza di guida (dovute all'ottima progressione di coppia, che a sua volta è garantita dalla possibilità di un migliore controllo della combustione); o l'elasticità e la prontezza di risposta di un diesel che somiglia sempre più ai motori a benzina per la più vasta escursione del numero di giri (ad esempio, non si avverte più il "taglio" di combustibile poco sopra i 4000 giri/min); o le caratteristiche ecologiche che consentono di migliorare ancora la principale dote del diesel sul fronte ambientale (il consumo) riducendo al minimo il principale difetto (l'emissione di particolato).

1.9 Multijet da 100 CV È un 1.9 Multijet (Common Rail a iniezione multipla) con 4 cilindri in linea, alesaggio di 82 millimetri e corsa di 90,4 mm. Le valvole sono due per cilindro e sono azionate direttamente da un albero a camme in testa. Il sistema Common Rail adottato dal 1.9 Multijet da 100 CV prevede due strategie di controllo automatico delle calibrazioni e del bilanciamento del gasolio iniettato, a vantaggio della silenziosità acustica e vibrazionale. Inoltre, la camera di combustione è ottimizzata per migliorare il rendimento termodinamico riducendo il rapporto di compressione a 18:1. La sovralimentazione del propulsore è realizzata con un turbocompressore a geometria fissa dotato di valvola Waste Gate controllata elettronicamente, che contribuisce a migliorare l'erogazione di potenza conferendo allo stesso tempo caratteristiche di coppia molto elevata anche ai bassi regimi di rotazione. Basti pensare che tra i 1750 e 3250 giri/min è disponibile il 90% della coppia massima. Dati che si traducono in una grande piacevolezza di guida e in prestazioni davvero brillanti. Il 1.9 Multijet offre una grande silenziosità nella fase di riscaldamento del motore, una ottima potenza (100 CV a 4000 giri/min) combinata con un coppia generosa (26,4 kgm a 1750 giri/min). Lancia Musa così equipaggiata raggiunge una velocità massima di 179 km/h, accelera da 0 a 100 km/h in 11,5 secondi e copre il chilometro da fermo in 33,0 secondi. Prestazioni brillanti, dunque, a fronte delle quali i consumi si mantengono contenuti: 7,0 l/100 km nel ciclo urbano, 4,7 l/100 km in quello extraurbano e 5,5 l/100 km nel misto. Come il 1.3 Multijet, il 1.9 Multijet appartiene alla famiglia dei Common Rail di seconda generazione. Alla base vi sono gli stessi principi dei Common Rail originari: alta pressione di iniezione e controllo elettronico degli iniettori. Ma con una caratteristica in più: durante ogni ciclo motore, aumenta il numero di iniezioni. All'interno del cilindro la quantità di gasolio bruciata è la stessa, ma viene suddivisa in più parti, ottenendo una combustione più graduale e completa. Il segreto del Multijet è racchiuso nella centralina di controllo del comando elettrico di apertura e chiusura degli iniettori che può far eseguire una serie di iniezioni anche molto vicine tra loro. Tre i principali vantaggi rispetto ai Common Rail di prima generazione: maggiore silenziosità di funzionamento, riduzione delle emissioni e incremento delle prestazioni.

1.4 16v Fire da 95 CV È l'ultimo nato della gamma Fire. È un 4 cilindri in linea con cilindrata di 1368 cm3, alesaggio di 72 millimetri e corsa di 84 mm. Le valvole sono quattro per cilindro, e sono azionate direttamente da 2 alberi a camme in testa. Il propulsore è stato sviluppato con particolare attenzione alle prestazioni e ai consumi, ambiti dove la Lancia Musa è ai vertici della categoria. Merito del rendimento volumetrico che è stato ottimizzato in tutto il campo di funzionamento, grazie ad un accurato sviluppo fluidodinamico dell'intero sistema di aspirazione e della fasatura di distribuzione. Ecco allora una potenza di 70 kW (95 CV) a 5800 giri/min e una coppia massima di 13,0 kgm a 4500 giri/min. Lancia Musa così equipaggiata supera i 175 km/h di velocità massima, accelera da 0 a 100 km/h in 11,5 secondi e copre il chilometro da fermo in 33,0 secondi. I consumi sono tra i migliori del segmento: 8,5 l/100 km nel ciclo urbano, 5,5 l/100 km in quello extraurbano e 6,6 l/100 km nel misto. Dunque un motore brillante e al tempo stesso parsimonioso. A queste performance contribuisce il sistema di controllo elettronico della farfalla "drive by wire". Il sistema garantisce la massima integrazione con dispositivi come l'ESP e il Cruise Control. Il 1.4 16v Fire offre eccellenti valori di coppia ai bassi regimi, che consentono il contenimento dei consumi. Le emissioni sono in linea con la futura normativa Euro 4: merito di un convertitore catalitico sistemato nel vano motore che raggiunge temperature elevate in tempi più brevi, e quindi abbatte le emissioni anche in fase di riscaldamento del propulsore. Per ridurre al minimo l'impatto ambientale, è presente anche un impianto di alimentazione del combustibile "returnless", che elimina il ricircolo del carburante all'interno del serbatoio e diminuisce così la formazione di vapori. Prestazionale, parco e pulito: a queste caratteristiche il 1.4 16v Fire da 95 CV aggiunge un eccellente comfort acustico. Per ridurre al minimo il trasferimento delle vibrazioni del motore alla scocca è stata adottata una soluzione di supporto del propulsore di tipo baricentrica, in modo da ottenere forze di reazione con braccio nullo.

Cambio "Dolce Far Niente" Come Ypsilon, anche Lancia Musa adotta il D.F.N, un sofisticato cambio robotizzato che permette il controllo automatico della trasmissione. Disponibile sulle motorizzazioni 1.4 16v e 1.3 Multijet 16v, il dispositivo offre il massimo comfort nel traffico cittadino grazie alla modalità automatica, magari dopo aver provato tutto il piacere di una guida sportiva e dinamica con la trasmissione manuale. Ed è proprio per questa peculiarità che Lancia, parafrasando la sigla tecnica D.FN System, ha voluto ribattezzare il cambio D.F.N. (acronimo di Dolce Far Niente). Il dispositivo, attraverso un asservimento di tipo elettroidraulico, automatizza i comandi della frizione e della leva delle marce, mantenendo tutti i pregi della frizione a secco e del cambio meccanico (pesi, robustezza ed affidabilità, basso consumo energetico). Due le modalità di funzionamento: semiautomatica (manuale) e automatica. La prima è la più simile ad un funzionamento manuale, e permette l'inserimento delle marce attraverso il joystick posizionato sul tunnel. Infatti, non essendoci più il pedale della frizione, i comandi avvengono solo spostando la leva: in avanti (verso il simbolo "+") per passare ad una marcia superiore, indietro (verso il simbolo "-") per scalare. È sufficiente un semplice impulso perché la trasmissione esegua il cambio marcia in maniera precisa e veloce. La seconda modalità dispone di due logiche: Normal ed Economy. Con il primo programma di funzionamento si ottiene un ottimo comfort di marcia, assicurando al tempo stesso allunghi e cambi marcia brillanti in ogni condizione. L'impiego della logica Economy, invece, ha l'obiettivo di ridurre i consumi di carburante, preservando comunque la guidabilità e il comfort di marcia ai massimi livelli. In entrambe le logiche, il sistema provvede ad allungare il regime di rotazione al rapporto superiore raggiunto quando il motore eroga la massima coppia o potenza. In modalità automatica, inoltre, il sistema riconosce la pendenza stradale (attraverso un algoritmo software) e modifica il punto di cambio marcia in modo da ottenere sempre il migliore compromesso tra le esigenze del guidatore, la condizione del terreno e la situazione del veicolo (velocità e regime motore). Ma il D.F.N. ha un altro vantaggio rispetto ai cambi manuali e automatici tradizionali: può "leggere" le domande del guidatore e adattarsi al suo stile di guida. Per farlo, prende in esame la mappatura della posizione del pedale e la rotazione motore (interpretate come richieste di prestazione). Per garantire la sicurezza e prevenire cambi marcia indesiderati, se si è aperta la porta provvede a mettere in folle quando il motore è ancora acceso. Infine, attraverso avvisi visivi e acustici, il dispositivo "Dolce Far Niente" segnala situazioni di emergenza o manovre che potrebbero danneggiare il motore o il cambio. La gestione elettronica robotizzata del cambio D.F.N. in modalità automatica permette di impostare i cambi marcia nel momento di massima resa del motore. Questo consente di sfruttare tutta la potenza e la coppia dei motori 1.4 16v e 1.3 Multijet, con un netto miglioramento in accelerazione rispetto ad un cambio manuale. In modalità automatica e con l'inserimento del tasto Economy, Lancia Musa consuma meno che con un cambio manuale: per la motorizzazione 1.3 Multijet, su ciclo combinato, si registra un consumo di 4,5 l/100 km contro un 4,6 l/100 km ottenuto con cambio manuale; mentre per la motorizzazione 1.4 16v il dato è di 6,4 l/100 km contro il 6,6 l/100 km. Insomma, i tecnici motoristi sono riusciti ad impostare un programma di gestione dei cambi marcia che pur non diminuendo le prestazioni, e quindi il piacere di guida della vettura, permette un abbattimento dei consumi. Non da ultimo, tutti questi contenuti tecnologici sono offerti a un prezzo sensibilmente inferiore a quello di un cambio automatico tradizionale.

Sistema CONNECT Nav Plus

A richiesta Lancia Musa può essere dotata di CONNECT Nav Plus, un sofisticato sistema infotelematico di ultima generazione che integra il navigatore satellitare, l'autoradio, il lettore CD, il telefono viva voce GSM dual-band, i comandi vocali e i Servizi di bCONNECT. Posto al centro della plancia il dispositivo è dotato di uno schermo a colori TFT (a matrice attiva) transflettivo da 6,5 pollici che consente di seguire con facilità sul display (e tramite messaggi vocali) le indicazioni relative al percorso impostato. Questo sistema è la soluzione telematica ideata per mettere la tecnologia a servizio di chi guida e per rendere ancora più comodo e facile la vita a bordo durante il tragitto verso la destinazione: con la sola pressione del tasto verde CONNECT, grazie alla rete GPS/GSM e ai vantaggi della comunicazione satellitare, il cliente potrà dialogare in viva voce con un operatore, un vero assistente personale pronto a rispondere ad ogni sua esigenza di informazioni sulla viabilità relativa ad autostrade, tangenziali e principali statali in Italia ed Europa, località di interesse e, in caso di necessità, garantire l'assistenza stradale o l'invio di mezzi attrezzati per la soluzione dell'emergenza sul posto. Il guidatore non dovrà preoccuparsi di richiedere continui aggiornamenti sulla viabilità poiché con la funzione "Follow Me", sarà l'operatore bCONNECT ad aggiornarlo via SMS o sempre in viva voce su eventuali variazioni relative al suo percorso. Non solo. Su Lancia Musa, bCONNECT offre anche il servizio "Drive Me" con cui il cliente potrà richiedere destinazioni a piacimento (dall'indirizzo di un amico al ristorante preferito). L'operatore bCONNECT trasmetterà l'indirizzo di destinazione sul navigatore ed il cliente, con la semplice pressione del tasto CONNECT, imposterà facilmente il percorso. Tutto in completa sicurezza e senza distrazioni dalla guida per il cliente. Inoltre, l'operatore bCONNECT può anche effettuare prenotazioni per conto del cliente come, ad esempio, riservare un biglietto aereo, un pernottamento in albergo o un tavolo per due in uno dei tanti punti di interesse selezionati da prestigiosi Partner internazionali.

Pack "Dolce Far Poco"

La generosità dell'approccio "Dolce Far Niente" è completata da altri dispositivi tecnologici che aiutano la vita a bordo. Ecco allora il "Dualdrive", il sistema di servoassistenza elettrico dello sterzo con funzione City; il Cruise Control, che mantiene la velocità di crociera impostata; il sensore pioggia che attiva automaticamente i tergicristallo alle prime gocce di pioggia; il sensore crepuscolare accende i fari non appena entrati in galleria e il sensore che facilita le manovre di parcheggio. Queste ultime quattro dotazioni, unite al climatizzatore bi-zona, sono offerte anche in unico pacchetto opzionale chiamato pack "Dolce Far Poco", rivolto a chi veramente desidera evitare qualsiasi sforzo durante la guida.

Garanzia Parure Lancia

Il cliente di Musa (come degli altri modelli Lancia), può accedere al mondo "Garanzia Parure Lancia". Si tratta di un modulo esclusivo che permette di estendere le garanzie contrattuali fino al quinto anno dalla data d'immatricolazione o a un massimo di 120.000 Km, abbinandole al servizio di assistenza stradale. In caso di guasto, infatti, sono completamente gratuiti: il traino (anche a causa di un incidente), l'officina mobile (solo in Italia), il recupero della vettura riparata, il veicolo sostitutivo, gli anticipi di denaro, l'invio di ricambi, le spese di albergo e il rientro dei passeggeri. Nel caso il cliente decidesse di vendere la propria vettura prima della scadenza dei cinque anni potrà godere di due opportunità. La prima prevede di risparmiare sull'acquisto di una nuova automobile (Fiat, Lancia o Alfa Romeo) grazie ad una riduzione del prezzo pari alla quota di Garanzia Parure Lancia non ancora goduta. La seconda possibilità, poi, consiste nel trasferire ogni vantaggio di Garanzia Parure Lancia al nuovo acquirente, fino al suo esaurimento temporale o chilometrico. In questo modo la vettura acquista un maggior valore al momento della vendita.

Il contributo delle Società del Gruppo

Per la realizzazione della nuova Lancia Musa, l'Azienda ha messo in campo le sue migliori risorse; ha focalizzato la massima qualità e affidabilità lungo l'intero processo di sviluppo del prodotto e del processo per costruirlo; ha sviluppato una proficua collaborazione con i fornitori esterni e con alcune Società del Gruppo, tra le quali Magneti Marelli, Elasis, Centro Ricerche Fiat e Comau. Ecco in dettaglio il loro contributo.

Magneti Marelli

Lancia Musa rappresenta il perfetto connubio tra eleganza estetica ed esclusivo patrimonio tecnologico. E un significativo contributo in quest'ultimo ambito è stato dato da Magneti Marelli che per la nuova vettura ha sviluppato sistemi e componenti innovativi, oltre alla progettazione e produzione dello schema delle sospensioni. In particolare per il sistema controllo motore diesel, Magneti Marelli ha realizzato il "cuore" del 1.3 16v Multijet (software e hardware della centralina elettronica) che già equipaggia i recenti modelli Fiat e Lancia. Con il sistema controllo motore diesel, e parzialmente con quello benzina, è integrato un avanzato sistema di scarico, sempre sviluppato da Magneti Marelli, che comprende convertitore catalitico, silenziatore e tubazioni. Poi, Lancia Musa monta un sistema controllo del cambio D.F.N. disponibile in modalità totalmente automatica o sequenziale, che è un'evoluzione del veloce cambio robotizzato Selespeed, fiore all'occhiello di Magneti Marelli e derivato dalla F1. Inoltre, i più elevati livelli di comfort e sicurezza sono garantiti dalle sospensioni Magneti Marelli che comprendono sia il sistema anteriore completo sia quello posteriore. Infine, anche la telematica è sviluppata da Magneti Marelli che nell'ultima versione del sistema Connect ha concentrato ed integrato tutti i più avanzati contenuti tecnologici nell'area della infomobilità e dell'entertainment: sistema di navigazione satellitare, radio, CD player con lettura di CD MP3, telefono GSM, riconoscimento vocale, display a colori a matrice attiva da 6 pollici.

Elasis

La "Società di ricerca Fiat nel Mezzogiorno" ha contribuito alla nascita di Lancia Musa con i propri Enti Sistemi di controllo, Veicolo e Motopropulsore, relativamente allo sviluppo del nuovo 1.4 16 valvole della famiglia FIRE con particolare attenzione alle prestazioni e ai consumi (descritto nella Cartella Stampa). Inoltre, Elasis si è occupata dell'integrazione e della verifica funzionale dei sistemi di controllo del motore "torque based" e del cambio robotizzato D.F.N presenti su Musa. Il tutto utilizzando simulatori virtuali dei singoli sottosistemi motore e cambio (Hardware In the Loop) e sviluppando algoritmi specifici (ad esempio il riconoscimento del livello di carburante) attraverso tecniche di "rapid prototyping". Senza contare che il nuovo modello è stato sottoposto a diverse e severe prove relative alle sollecitazioni elettromagnetiche (fino ad un'intensità pari a 25 volte il valore massimo prescritto dalle leggi italiane). Tra l'altro, i test si sono svolti nel laboratorio EMC (compatibilità elettromagnetica) del Centro Elasis, una grande camera anecoica schermata (dimensioni 23x11x9 metri), all'avanguardia in Europa. Lo stesso primato che vanta il banco di elastocinematica (K&C) in dotazione al Centro di Pomigliano d'Arco e che è stato impiegato per le verifiche strumentali delle sospensioni di Lancia Musa in collaborazione con Magneti Marelli.

Centro Ricerche Fiat

Per costruire un motore rivoluzionario come il 1.3 16v Multijet e, più in generale, vetture di successo servono metodologie innovative che permettano di interpretare i desideri dei clienti per ottenere comfort e prestazioni distintive rispetto alle vetture concorrenti, consumi ed emissioni ridotte in tutte le condizioni d'uso, sicurezza, qualità ed affidabilità ai massimi livelli. Per far questo il CRF ha sviluppato nuove metodologie e le ha trasferite ai "Team" Lancia che hanno progettato e prodotto Musa. Di seguito ne riportiamo alcune: o Le avanzate tecniche di calcolo e simulazione tridimensionale dei processi di fluidodinamica, iniezione e combustione che sono alla base del funzionamento del motore Multijet, che è capace di raggiungere alte densità di potenza, ridotto rumore di combustione (specialmente in condizioni di funzionamento alle basse temperature) e soprattutto di anticipare la normativa sulle emissioni Euro 4; o Le metodologie di progettazione della parte strutturale del motore che consentono affidabilità, ma anche un comfort acustico-vibrazionale di elevato livello; o Gli Indici di Qualità (IQ), che permettono di correlare le caratteristiche tecniche del veicolo al percepito cliente e quindi di progettare una vettura a misura d'uomo e in coerenza con i valori di brand dell'azienda; o I target setting-deployment-achieving, che permettono - partendo dagli obiettivi cliente assegnati - di tradurli in obiettivi tecnici di progettazione per i diversi sistemi del veicolo: motore, sospensioni, scocca, interni eccetera; o L'ottimizzazione strutturale multidisciplinare, che consente di ottimizzare il progetto verso strutture efficienti massimizzando le prestazioni e minimizzando il peso; o Le metodologie di crash e biomeccanica, che permettono alle cellule abitacolo la migliore protezione degli occupanti e ai frontali della vettura di essere compatibili verso i soggetti vulnerabili (pedoni, ciclisti eccetera), secondo le richieste delle normative in vigore e future; o La fluidodinamica computazionale, che permette di ottimizzare l'aerodinamica esterna delle vetture a beneficio dei consumi e del rumore aerodinamico, ma anche di progettare al meglio il comfort e benessere interno legato al clima e alla qualità dell'aria. Infatti è dagli anni 90 che il CRF ha avviato con Fiat Auto una serie di progetti finalizzati a sviluppare sistemi di climatizzazione innovativi basati sulla centralità dell'utente, capaci di garantire un livello ottimale di benessere a bordo. Il climatizzatore bi-zona è stato progettato seguendo questi criteri, per offrire la possibilità di personalizzare il microclima a bordo in modo semplice ed efficace; o I metodi NVH (Noise-Vibration-Harshness), rivolti alla minimizzazione di rumore e vibrazioni per un abitacolo confortevole e silenzioso in ogni condizione di marcia, riducendo lo stress, a tutto vantaggio della salute e dell'attenzione alla guida; o Le metodologie di dinamica del veicolo (handling), distintività tradizionale delle vetture Fiat, Lancia e Alfa che permettono attraverso un'accurata progettazione delle sospensioni e dei comandi (sterzo, freni) una guida piacevole e prevedibile in ogni condizione di velocità, manovra e aderenza; o L'ergonomia fisica e cognitiva, supportata dalla Realtà Virtuale, per una corretta progettazione degli spazi, dei sistemi interni (sedile, plancia eccetera), dei comandi primari e secondari, delle parti mobili, delle interfacce di comunicazione, che portano nella fase di progettazione l'interazione dell'uomo con il suo veicolo. Inoltre, alla fine degli anni Novanta il CRF ha avviato con Fiat Auto lo sviluppo di quel processo di saldatura che, nel 2003 in anteprima mondiale è stato usato per il completamento delle porte della Fiat Idea. Oggi con successo la stessa tecnologia è applicata anche alla Lancia Musa sempre utilizzando il sistema AGILASER di Comau. Nel suo complesso le innovazioni che CRF ha trasferito al Gruppo Fiat, e che sono contenute in lancia Musa, sono protette da oltre 50 brevetti (inclusi i brevetti Multijet).

Comau

Comau propone il sistema "Agilaser" nelle linee di saldatura fornite al Gruppo Fiat per la produzione di Lancia Musa. Si tratta di un innovativo approccio alla "saldatura laser remota" che sta riscuotendo un sempre maggiore interesse nel settore. Infatti, questa nuova tecnologia, brevettata da Comau, permette soluzioni innovative nella progettazione del prodotto e vantaggi di produttività, flessibilità, spazi e costi nel processo. In dettaglio, "Agilaser" è il cuore di due isole tecnologiche in cui vengono saldate le porte. Alla base c'è il principio di due specchi che orientano un raggio laser con grande rapidità, consentendogli di saldare con un angolo fino a 240° rispetto alla direzione del raggio. Inoltre, "Agilaser" garantisce un consistente volume di lavoro, grazie all'integrazione in un sistema di movimentazione a portale di elevato livello di affidabilità, precisione e ripetibilità. Senza contare che le applicazioni più interessanti per l'utilizzo di "Agilaser", valutate finora da Comau, sono per la saldatura di porte, pavimenti, autotelai, fiancate e in generale sottogruppi, ma il potenziale applicativo di questo nuovo approccio tecnologico alla saldatura remota laser è senz'altro destinato ad ampliarsi. Infine, attraverso UTS, Comau ha collaborato anche allo sviluppo del prodotto sia direttamente sia attraverso il contributo progettativo ai fornitori codesigner.

Dotazioni, optional e colori

Lancia Musa propone una gamma ampia e articolata di motorizzazioni e cambi nella quale ognuno può trovare la sua vettura. In Italia, come all'estero, l'offerta si compone di 3 motori (1.4 16v, 1.3 16v Multijet 70 CV e 1.9 Multijet 100 CV); 2 cambi (manuale e D.F.N); 2 allestimenti (Oro e Platino); 12 colori di carrozzeria; 2 tipologie di rivestimenti, in 4 combinazioni di colore per l'allestimento Oro (tessuto tecnico) e in 2 per l'allestimento Platino (pelle e microfibra). Infine, il cliente può personalizzare la propria vettura scegliendo tra i dispositivi e i sistemi della Lineaccessori o tra gli esclusivi optional presenti nella gamma: dal tetto apribile "GranLuce" (di serie nell'allestimento Platino) ai side-bag, dall'ESP al Cruise Control, dai sensori di buio ai sensori di pioggia, dal sistema Sound System Bose® al CONNECT Nav Plus.

Dotazioni e optional

Oro Platino Parte superiore e frontale plancia schiumata X X 2 cassetti portaoggetti zona superiore plancia X X Comandi bocchette aria e tasti di apertura dei vani portaoggetti sulla plancia cromati X X Mostrine comandi alza.cristalli e specchi esterni verniciate X X Cornice plancia in proseguimento sui pannelli porta verniciata X X Mostrine e tasti radio e climatizzatore verniciati X X Marsupio portaoggetti sotto plancia X X Cambio su plancia X X Cornice cuffia cambio manuale cromata X X Mobiletto con portabicc., vano, presa 12V X X Vano ad ala su padiglione (anteriore) X - Poggiapiede lato guida X X Luce vano bagagli X X Cristalli atermici X X Predisposizione portapacchi X X Cappelliera modulabile X X Portellone con apertura a maniglia attiva X X Ganci fissaggio bagagli su piano di carico X X Maniglie appiglio retraibili (4) con gancio abiti X X Pantina guida e passeggero con specchio coperto X X Vetri tinta verde X X

X = in struttura S = di serie O = a richiesta - = non disponibile

 

Oro Platino Tergi cristallo intelligente con 4 intermittenze + 2 vel. continue X X Tergilunotto intelligente con intermittenza X X Lunotto termico con interruttore temporizzato X X Batteria senza manutenzione con occhio magico X X Volante a 4 razze schiumato X X Strumento con display a tre righe riconfigurabile X X Illuminazione strumenti e tasti del`abitacolo arancione X X Tachim., contagiri, t. acqua, liv. benzina analogici X X Odometro e orologio digitali X X Trip Computer; check porte e luci X X Sensore di temperatura esterna X X Carichi attivi fuori chiave X X Dispositivo follow me home X X Orientamento proiettori X X Immobilizer X X Pulsante bloccaporte + led chiusura/deterrenza X X Indicatore n. telaio su plancia X X Sedili ant. ribaltabili a tavolino X X Retroschienale rigido per guidatore e passeggero X X Poggiatesta anteriori sellati regolabili in altezza X X Predisposizione Pro-tech su schienale anteriore X X

X = in struttura S = di serie O = a richiesta - = non disponibile

Oro Platino Cuscino sedile posteriore diviso 40/60 X X Schienale sedile posteriore 40/20/40 ribaltibile X X Appogiabraccio su schienale 20% posteriore asportabile con vano portaoggetti X X Freni a disco anteriori, a tamburo posteriori X X Pedaliera con freno collassabile X X Cint. ant. a 3 punti con pretensionatore e limitatore X X Cinture ant. regolabili con leva X X Cint. post. a 3 punti con arrotolatore X X Impianto FPS X X Rivestimenti per allestimento oro X - Rivestimenti ricchi in mista pelle per allestimento platino - X Protezioni su paraurti anteriori e post. X X Catadiottri interno porte X X Pneumatico 195/60 da 15" con cerchio in lamiera X - Maniglie esterne verniciate X X Modanature paracolpi laterale in colore vettura con inserto cromato X X Cromatura su estremità inferiore portellone X X Telecomando S S ABS S S Volante registrabile S S Alzacristalli posteriori elettrici O S Climatizzatore manuale S S

X = in struttura S = di serie O = a richiesta - = non disponibile

Oro Platino Alzacristalli elettrici anteriori S S Specchi retrovisori esterni elettrici e riscaldati S S Sensore crepuscolare O O Cristalli scuri O S Predisp.autoradio antenna manuale O - Fendinebbia O O Cerchi in lega O S Servosterzo (guida el.) S S Adattamento paesi freddi O O Climatizzatore automatico bizona O O Vernice metallescente O O Vernice micalizzata O O Comandi al volante (6 tasti) O O Volante e pomello leva cambio in pelle O S Sensore pioggia O O Barre longitudinali portapacchi O - ESP (vehicle Cynamic Control) O O Tetto apribile elettrico O S Cruise Control O O Sedile posteriore scorrevole S S ruote in lega con pneumatici extraserie (cerchi 16") O O Kit riparazione Fix&Go S S Poggiabraccia su sedile anteriore guida e su sedile passeggero O O Regolazione lombare su sedile guida e su sedile passeggero O O Sensore pressione pneumatici O O

X = in struttura S = di serie O = a richiesta - = non disponibile

Oro Platino Pack bose oro (radio CD, HiFi Bose®, volante in pelle, comandi radio al volante) O - Pack Bose® platino (radio CD con mp3, HiFi Bose®, comandi radio al volante) - O Air bag lato guida S S Airbag lato passeggero S S Side bag O O Sensore di parcheggio O O Appoggiatesta posteriori n3 S S CD Changer O O Autoradio con CD O S WINDOW BAG S S Sedile guida regolabile in altezza S S Aggancio universale seggiolino Isofix O O Comandi al volante (8 tasti +3) O O Autoradio con CD mp3 O O Implementazione HiFi Bose® O O Ruotino di scorta O O Presa di corrente 12V (bagagliaio) O O Predisposizione radiotelefono O O Paraurti verniciati S S Connect Nav Plus O O Specchi retrovisori verniciati S S Kit fumatori O O Pack dolce far poco (clima bi-zona, sensore park, sensore crepuscolare, sensore pioggia, cruise control, appoggiabraccia anteriori, reg. lombari anteriori) O O

X = in struttura S = di serie O = a richiesta - = non disponibile

Colori interni ed esterni

PLATINO ORO misto pelle/Castiglio tessuto Sail avorio testa di moro avorio/ avorio/ magnesio/ magnesio/ testa di moro magnesio testa di moro avorio Pastello Cioccolato o o o o o o Metallizzati Grigio Palladio o o o o o o Azzurro Angelico o o o o Grigio Rossini o o o o o Nero Bodoni o o o o Blu Cimabue o o o Giorgio Cellini o o o o o Verde Veronese o o o o o Bordeaux Tintoretto o o o Micalizzati Rosso Guttuso o o o o o Perla Vasari o o o o o Verde Donizetti o o o

Schede tecniche

Motore Fire 1.4 16v

N. cilindri, disposizione 4, in linea Diametro x corsa (mm) 72 x 84 Cilindrata (cm3) 1368 Rapporto di compressione 11,0 : 1 Potenza max CEE kW (CV) 70 (95) a giri/min 5800 Coppia max CEE Nm (kgm) 128 (13,0) a giri/min 4500 Distribuzione (comando) 2 ACT punterie idrauliche (cinghia dentata), 4 valvole/cilindro Alimentazione iniezione elettronica Multipoint sequenziale fasata, integrata con l'accensione sistema returnless

Impianto elettrico (12V) Batteria: capacità (Ah) 50 Generatore (A) 90

Trasmissione Trazione anteriore Cambio a 5 marce + RM Frizione a comando idraulico esterno autoregistrante con pedale senza corsa a vuoto 1ª marcia 3,909 : 1 2ª marcia 2,158 : 1 3ª marcia 1,480 : 1 4ª marcia 1,121 : 1 5ª marcia 0,897 : 1 Coppia riduzione finale 3,733 : 1 - 3,867 : 1*

Ruote Cerchi 6 J x 15-40 Pneumatici 195/60 R15 88T

Sterzo a pignone e cremagliera servoassistito elettricamente (Dualdrive) Ø di sterzata tra marciapiedi (m) 10,4

Sospensioni Anteriore a ruote indipendenti, tipo McPherson, con barra stabilizzatrice, ammortizzatori idraulici telescopici Posteriore semindipendenti interconnesse mediante ponte torcente, ammortizzatori idraulici telescopici

Impianto frenante Freni D (disco) - T (tamburo) Anteriori: Ø x spessore (mm) D autoventilante 257 x 22 Posteriori: Ø x spessore (mm) T 203 x 38

Dimensioni N. posti 5 N. porte 5 Lunghezza (mm) 3985 Larghezza (mm) 1698 Altezza a vuoto (mm) 1688 (con barre portatutto) 1660 senza barre Carreggiata anteriore a vuoto (mm) 1444 Carreggiata posteriore a vuoto (mm) 1431 Passo (mm) 2508 Sbalzo anteriore (mm) 818 Sbalzo posteriore (mm) 659 Capacità bagagliaio VDA (dm3) min/max 320/1420

Rifornimenti - Pesi Serbatoio carburante (l) 47 Peso in ordine di marcia DIN (kg) 1155 - 1160*

Prestazioni Velocità massima (km/h) 175 Accelerazione (1 persona + 30 kg): 0 ÷ 100 km/h (s) 11,5 0 ÷ 1000 m (s) 33,0

Consumi secondo Direttiva 1999/100(l/100km) - ciclo urbano 8,5 - 8,3* - ciclo extraurbano 5,5 - 5,4* - combinato 6,6 - 6,4*

Controllo emissioni Emissioni di CO2 (g/km) 157 - 153*

* Valori registrati con cambio D.F.N. (frizione elettronica robotizzata, senza pedale, con asservimento)

Motore 1.3 16v Multijet

N. cilindri, disposizione 4, in linea Diametro x corsa (mm) 69,6 x 82 Cilindrata (cm3) 1248 Rapporto di compressione 18,0 : 1 Potenza max CEE kW (CV) 51 (70) a giri/min 4000 Coppia max CEE Nm (kgm) 180 (18,3) a giri/min 1750 Distribuzione (comando) doppio ACT (cinghia dentata), 4 valvole/cilindro Alimentazione iniezione diretta Multijet Common Rail a controllo elettronico con turbo e intercooler Impianto elettrico (12V) Batteria: capacità (Ah) 50 Generatore (A) 90

Trasmissione Trazione anteriore Cambio a 5 marce +RM Frizione a comando idraulico esterno autoregistrante con pedale senza corsa a vuoto 1ª marcia 3,909 : 1 2ª marcia 2,238 : 1 3ª marcia 1,444 : 1 4ª marcia 1,029 : 1 5ª marcia 0,767 : 1 6ª marcia - Coppia riduzione finale 3,563 : 1

Ruote Cerchi 6 J x 15-40 Pneumatici 195/60 R15 88T

Sterzo a pignone e cremagliera servoassistito elettricamente (Dualdrive) Ø di sterzata tra marciapiedi (m) 10,4

Sospensioni Anteriore a ruote indipendenti, tipo McPherson, con barra stabilizzatrice, ammortizzatori idraulici telescopici Posteriore semindipendenti interconnesse mediante ponte torcente, ammortizzatori idraulici telescopici

Impianto frenante Freni D (disco) - T (tamburo) Anteriori: Ø x spessore (mm) D autoventilante 257 x 22 Posteriori: Ø x spessore (mm) T 203 x 38

Dimensioni N. posti 5 N. porte 5 Lunghezza (mm) 3985 Larghezza (mm) 1698 Altezza a vuoto (mm) 1688 (con barre portatutto) 1660 senza barre Carreggiata anteriore a vuoto (mm) 1444 Carreggiata posteriore a vuoto (mm) 1431 Passo (mm) 2508 Sbalzo anteriore (mm) 818 Sbalzo posteriore (mm) 659 Capacità bagagliaio VDA (dm3) min/max 320/1420

Rifornimenti - Pesi Serbatoio carburante (l) 47 Peso in ordine di marcia DIN (kg) 1200

Prestazioni Velocità massima (km/h) 159 Accelerazione (1 persona + 30 kg): 0 ÷ 100 km/h (s) 15,4 0 ÷ 1000 m (s) 36,6

Consumi secondo Direttiva 1999/100(l/100km) - ciclo urbano 6,2 - 6,0* - ciclo extraurbano 4,5 - 4,4* - combinato 5,1 - 5,0*

Controllo emissioni Emissioni di CO2 (g/km) 135 - 132*

* Valori registrati con cambio D.F.N. (frizione elettronica robotizzata, senza pedale, con asservimento)

Motore 1.9 Multijet

N. cilindri, disposizione 4, in linea Diametro x corsa (mm) 82 x 90,4 Cilindrata (cm3) 1910 Rapporto di compressione 18,0 : 1 Potenza max CEE kW (CV) 74 (100) a giri/min 4000 Coppia max CEE Nm (kgm) 260 (26,4) a giri/min 1750 Distribuzione (comando) 1 ACT (cinghia dentata), 2 valvole/cilindro Alimentazione iniezione diretta Multijet Common Rail a controllo elettronico con turbo e intercooler

Impianto elettrico (12V) Batteria: capacità (Ah) 60 Generatore (A) 105

Trasmissione Trazione anteriore Cambio Getrag a 5 marce +RM Frizione a comando idraulico esterno autoregistrante con pedale senza corsa a vuoto 1ª marcia 3,577 : 1 2ª marcia 1,882 : 1 3ª marcia 1,192 : 1 4ª marcia 0,848 : 1 5ª marcia 0,686 : 1 6ª marcia - Coppia riduzione finale 3,632 : 1

Ruote Cerchi 6 J x 15-40 Pneumatici 195/60 R15 88T

Sterzo a pignone e cremagliera servoassistito elettricamente (Dualdrive) Ø di sterzata tra marciapiedi (m) 10,2

Sospensioni Anteriore a ruote indipendenti, tipo McPherson, con barra stabilizzatrice, ammortizzatori idraulici telescopici Posteriore semindipendenti interconnesse mediante ponte torcente, ammortizzatori idraulici telescopici

Impianto frenante Freni D (disco) - T (tamburo) Anteriori: Ø x spessore (mm) D autoventilante 284 x 22 Posteriori: Ø x spessore (mm) T 228 x 40

Dimensioni N. posti 5 N. porte 5 Lunghezza (mm) 3985 Larghezza (mm) 1698 Altezza a vuoto (mm) 1688 (con barre portatutto) 1660 senza barre Carreggiata anteriore a vuoto (mm) 1444 Carreggiata posteriore a vuoto (mm) 1431 Passo (mm) 2508 Sbalzo anteriore (mm) 818 Sbalzo posteriore (mm) 659 Capacità bagagliaio VDA (dm3) min/max 320/1420

Rifornimenti - Pesi Serbatoio carburante (l) 47 Peso in ordine di marcia DIN (kg) 1275

Prestazioni Velocità massima (km/h) 179 Accelerazione (1 persona + 30 kg): 0 ÷ 100 km/h (s) 11,5 0 ÷ 1000 m (s) 33,0

Consumi secondo Direttiva 1999/100(l/100km) - ciclo urbano 7,0 - ciclo extraurbano 4,7 - combinato 5,5

Controllo emissioni Emissioni di CO2 (g/km) 146

Torna all'inizio dell'articolo

Copyright © 2000 - 2004 varesenews.it. Tutti i diritti riservati